Il matrimonio è un evento gioioso e merita di essere celebrato al meglio, con una grande cerimonia e, a volte, senza badare a spese. Ti sei mai chiesto, però, quanto una festa di questo genere possa essere dannosa per l’ambiente?

Inviti, incarti di bomboniere, decorazioni, palloncini e molto altro, dopo aver concluso il loro ruolo all’interno della festa diventano solo una grande quantità di rifiuti da smaltire. Negli ultimi anni, però, con l’aumento della coscienza sociale e di una certa sensibilità verso l’ambiente, si è ritenuto necessario studiare alternative ecologiche per poter festeggiare in armonia e ridurre gli sprechi.

Organizzare un matrimonio ecosostenibile non è una chimera, anzi, sono in molti a valutare tale soluzione. Infatti con pochi mezzi e risparmiando anche denaro, è possibile riuscire ad ottenere un matrimonio perfetto e a basso impatto ambientale. Oggi ti vogliamo illustrare alcune curiose idee da non sottovalutare.

Matrimonio ecosostenibile: a cosa fare attenzione

Il matrimonio ecologico, detto anche green wedding, è una festa che rispetta l’ambiente in ogni sua forma, abbatte al massimo le emissioni inquinanti e limita la produzione di rifiuti. Non si può improvvisare l’evento ma è necessario prestare attenzione e circondarsi di persone che sanno come svolgere il proprio lavoro in tal senso.

Se una sposa esprime il desiderio di trasformare il suo matrimonio in una festa ecosostenibile, non può affidarsi, ad esempio, solo alla carta piantabile per gli inviti. In questo caso non sta facendo una scelta green ma solo trendy. Per far sì che ciò diventi realtà deve valutare ogni minimo dettaglio, dalle bomboniere fino al fotografo e parrucchiere. Solo così si può fare la differenza.

Ad esempio la location deve essere a pochi km dalla casa degli sposi e, per quanto possibile, da quella degli invitati. Ad esempio si può optare per un luogo facilmente raggiungibile, risparmiando carburante, riducendo lo stress per tutti i partecipanti.

Matrimonio ecosostenibile: gli iniviti

Gli inviti di nozze tradizionali sono stampati su carta, spesso, patinata o lavorata in altri modi. Ovviamente vengono inviati per posta, mettendo in moto un circolo vizioso che comporta maggiori emissioni di cO2 e impiego di risorse. Per ovviare al problema è possibile optare per inviti in forma digitale, ad esempio, mail o dei video da far girare agli invitati. Si tratta di alternative simpatiche che sorprendono gli invitati.

Se, però, non è ancora arrivato il momento di dire addio definitivamente agli inviti cartacei, allora, si può scegliere la carta riciclata. Attenzione, però, per risparmiare risorse è bene consegnare quanti più inviti possibili a mano. In questo modo si risparmieranno risorse e i parenti gradiranno questo gesto.

Matrimonio ecosostenibile: gli abiti

L’abito da sposa, si sa, verrà indossato solo una volta in tutta la vita. Ecco perché non è necessario spendere molto denaro per acquistare un modello all’ultima moda. Scegliendo un abito usato il risultato sarà pur sempre da favola.

Questo genere di scelta comporta solo dei lavori di sistemazione ma una buona sarta saprà come aiutare. Un abito usato, però, comporta una presa di posizione netta e libera da ogni pregiudizio.

Matrimonio ecosostenibile: il ricevimento

Se la location è stata scelta con criteri in linea con la salute dell’ambiente, anche tutto il resto dovrà uniformarsi alla filosofia “zero sprechi”. Il ricevimento non è un dettaglio da lasciare al caso, quindi, bisogna saper fare la differenza.

Qualora vi siano dei buffet non vanno usate assolutamente stoviglie monouso. Queste, come avrai capito, producono rifiuti. Quindi via contenitori, piatti e posate in plastica, ma benvenuto a tutto ciò che è riutilizzabile.

Altro aspetto importante del ricevimento è, sicuramente, il cibo. Si tratta di un particolare che gli invitati non dimenticheranno facilmente. È possibile preparare un pranzo di nozze senza dover valutare ingredienti esotici e difficili da trovare. Con cibi a chilometro zero è possibile creare pietanze gustose e ad impatto zero. Ecco perché bisogna prediligere prodotti che non devono percorrere grandi tratte per poter giungere al banchetto. In tale modo sarà più semplice anche dare una certa identità al matrimonio e risparmiare.

E cosa succede con gli avanzi? È bene sapere dove vanno a finire e come vengono smaltiti. Una struttura che si occupa di organizzare matrimoni sa bene che il riciclaggio è un aspetto importante e non va sottovalutato. Chi non agisce in tal senso sta, sicuramente, sbagliando.

Matrimonio ecosostenibile: bomboniere e regali

Le bomboniere nascono come un cadeau che gli sposi fanno ai propri invitati per ringraziarli della loro presenza. Non sempre sono obbligatorie ma nell’immaginario collettivo, ormai, sono quasi dovute.

Come abbiamo già anticipato si tratta di oggetti che prevedono carta, plastica e altro materiale per poter essere confezionate. Ma come risparmiare e rendere eco friendly il regalo? Scegliendo confetture preparate in casa, dolci o oggetti utili per la quotidianità. In questo caso basterà applicare una coccarda o dei fiocchi realizzati in casa, magari, con materiale eco sostenibile e riutilizzabile. Il risultato sarà di grande impatto visivo e gli invitati saranno contenti.

Per quanto riguarda i regali di nozze è bene cercare di evitare oggetti fisici. In questo caso si può incentivare una lista viaggi in cui ogni invitato contribuirà economicamente alla luna di miele degli sposi. È possibile optare anche per donazioni verso organizzazioni benefiche.

Noi di Nieco abbiamo a cuore la salute dell’ambiente. Ecco perchè ci teniamo a fornire idee sempre più innovative per rendere la tua vita armonica con l’ambiente. Infatti se la Terra viene rispettata i benefici saranno tangibili proprio per tutti.

0