Fare la raccolta differenziata dei rifiuti è un dovere civico di ognuno ma non solo, questo piccolo impegno quotidiano aiuterà anche a salvaguardare l’ambiente e a garantire un futuro migliore a te e alla tua famiglia. Non solo, imparando ad ottimizzare la raccolta differenziata in casa avrai anche un ambiente domestico più vivibile, ordinato e contemporaneo, salubre e pulito. Ecco tutti i consigli e i suggerimenti ad hoc del team di NIECO, azienda leader nello smaltimento e pianificazione della raccolta dei rifiuti, da mettere subito in pratica.

Perché è importante fare la raccolta differenziata

Per fare la raccolta differenziata quotidianamente e senza sforzi è necessario seguire alcune piccole regole e suggerimenti, ma perché è importante farla? Innanzitutto è fondamentale per evitare che i vari materiali di scarto giungano in discarica non suddivisi, se così fosse verrebbero smaltiti non correttamente e mischiati eliminando la possibilità di riciclo dei diversi materiali. Inoltre, a livello ambientale si avrebbero seri danni in quanto la materia prima riciclabile sarebbe poca e smaltire più tipologie di rifiuti insieme produce fumi e scarti nocivi difficili da elaborare. Forse non ci hai mai pensato ma se ottimizzi la raccolta differenziata in casa e in generale smisti al meglio i tuoi scarti domestici, le strade della tua città saranno anche più pulite, l’aria sarà più salubre e batteri, virus o animali potenzialmente dannosi per la salute umana non si annideranno tra i riunti abbandonati. Anche a livello aziendale inoltre è molto importante pianificare uno smaltimento degli scarti corretto e per questo ci sono aziende come NIECO che affianca l’imprenditore suggerendo le metodologie e gli accorgimenti ad hoc anche per un risparmio energetico ed economico sicuramente importante.

Come si fa la raccolta differenziata: consigli utili

Come avrai sicuramente notato, ci sono normative specifiche che regolano le metodologie di raccolta differenziata a cui ognuno di noi è tenuto a dare il suo contributo positivo. In particolare c’è pure una normativa, la UNI 840-1:2013 che regola anche la standardizzazione del colore dei bidoncini comunali forniti alle utenze, alle famiglie. Per esempio i secchielli verdi servono per la raccolta del vetro, quelli blu o azzurri per carta e cartone, il marrone per l’organico, i sacchi o cestelli gialli per la plastica e così via. Il tuo compito è fondamentale e importantissimo e ti basterà gettare negli appositi contenitori i giusti materiali di scarto e preparare il tutto secondo i calendari locali della raccolta settimanale: è tutto molto semplice se conosci le regole e ci metterai un minimo di impegno. Inoltre i comuni e gli enti appositi forniscono dépliant che risultano veri e propri libretti delle istruzioni che spiegano nel dettaglio dove gettare qualsiasi tipologia di materiale e oggetto di uso domestico. Per fare un esempio, potrai conoscere dove gettare i cotton-fioc, i tappi delle bottiglie di vetro, la plastica dura dei giocattoli, i libri, ecc.

Come ottimizzare la raccolta differenziata in casa

Sicuramente per renderti il tutto più facile ed agevole è bene ottimizzare la raccolta differenziata in casa prima di portare all’esterno i tuoi rifiuti affinché le aziende preposte li ritirino. Tutto infatti inizia dallo smistamento domestico ed è bene seguire alcune piccole accortezze:

  • munirsi di cestelli rigidi e sacchetti specifici per le varie tipologie di rifiuto
  • predisporre un angolo apposito della casa, meglio esterno, per lo stoccaggio o deposito fino al ritiro. Spesso si utilizza il vano sotto-lavabo della cucina o il balcone per depositare i vari sacchetti e contenitori, oppure nei condomini più attrezzati viene predisposto un locale ad hoc o un’area outdoor ove gettare i sacchetti: approfittane.

Infine ma non meno importante, è esporre i rifiuti ben suddivisi solo nei giorni di ritiro e seguendo gli orari dettati dal comune e dalle aziende addette al ritiro, sempre e solo mettendoli nelle aree predisposte alla raccolta esterne all’abitazione. È anche fondamentale chiudere bene i sacchetti ed evitare fuoriuscite di liquidi o di altro genere di rifiuto, controlla sempre il sacchetto e non gettare liquidi o materiale plastico, di vetro, sporco di cibo o di altro.

Per poter effettuare una raccolta ottimale in casa è necessario anche mantenere il massimo dell’igiene e quindi pulire periodicamente i secchielli rigidi adibiti alla raccolta dei vari materiali come il vetro, la plastica, l’organico, ecc. Non solo, è indispensabile anche pulire l’area nella quale si tengono le pattumiere e utilizzare sempre e solo i sacchetti specifici seguendo le indicazioni del comune. Tieni sempre a portata di mano dépliant e bigini forniti dal tuo comune o dall’ente preposto al ritiro dei rifiuti e se hai dubbi consultali o tieniti aggiornato seguendo anche blog come questo dove troverai tanti consigli ed informazioni più che utili.

0